Ognuno di noi ha una luce dentro di sé: scopriamola.

Il significato di Nour è “luce”. Lo abbiamo scelto perché amiamo la forza e la purezza della Natura, la positività ed il calore della vita.

sabato 24 settembre 2011

molto piu' che cosmesi

SU MARIE CLAIRE ottobre 2011 uscirà un reportage ( giornalista Zainab Salbi) umanitario sulle donne “sopravvissute”. Nulla di postfemminista e nemmeno strappalacrime o perbenista da buona società. E’ un viaggio in luoghi  che hanno vissuto problemi drammatici. Afghanistan, Bosnia, Congo .. Il fotografo (Rennio Maifredi) ha fatto delle foto splendide. Niente di triste e raccapricciante. 
Una si aspetta scene di donne devastate ed invece...donne belle, con un sorriso, con una personalità. Curate, dignitose, truccate e con  qualche vezzo. Niente di patinato e glam, s’intende. 
Ed è un gran servizio. Le interviste parlano delle forza delle donne, della loro capacità di rinascere e resistere, del loro legame forte con la forza della vita. Del fatto che sono dure combattenti e fiori delicati, che usano una crema od un rossetto per reagire, protestare, prendersi una dignità ed una carezza che troppo spesso manca.  Poi leggi i loro pensieri e scopri che alla giornalista hanno chiesto  di spedire loro biancheria e cosmetici: pazze?stupide? superficiali? fissate? no. In Bosnia una donna ha detto:” esco sempre con biancheria bella e rossetto, che il cecchino veda che sta per uccidere una donna degna e chi mi raccoglierà dovrà sapere che ero una signora.povera, in guerra, ma pulita e signora”.Poi leggi di  Whaida, Afghanistan, 33 anni ed è così bella che pensi subito che sia una di quelle donne fortunate  e graziate dalla vita. Si scopre che la hanno maltrattata, sputato in faccia, ma ha reagito. Ed è scappata. Ed ora, quel viso su cui qualcuno ha  anche sputato è il simbolo della rinascita: dice, con parole tenerissime apparentemente banali” ora il mio viso ha delle cure, lo accarezzo io mettendomi la crema” . Non si ricordano l’ultima volta in cui sono state felici, ma qualcuna ha risposto:” quando vedo una moglie chiacchierare col marito e vedo che si amano, ho un senso di pace. e la pace dà felicità”
“La vera empatia è generata dal rispetto” si dice nel servizio. E’ vero, Tutti siamo diversi ma il rispetto vero porta non solo a lasciare libertà di esser sè stessi ma fa condividere . E, come disse il Dalai Lama,”Se non sei in grado di rispettare la persona che vuoi amare ed aiutare.. allora lascia perdere”
Questo reportage mi ha toccata molto. come persona, come donna, per la bravura  dei professionisti e lo spirito positivo ed innovativo del narrare e far capire certe cose anche dure e che fanno male. Mi ha entusiasmata perchè in fondo mi ha ricordato che noi che lavoriamo nella cosmesi non facciamo “solo prodotti” ma dovremmo poter trasmettere emozioni, aiutare nel nostro piccolo a volersi bene.
E, si sa, non sempre le donne sono brave a volersi bene. I primi segni di “malessere” sono sempre un venir meno di cura, dettaglio, di voglia di esser “carine”. Una specie di autonascondimento.E da domani  quando ci vedremo di sfuggita allo specchio o guarderemo una donna... forse capiremo qualcosa in più basandoci su dettagli apparentemente “futili”. E dovremmo ricordarci, come “auto-aiuto” che siamo belle e ci meritiamo di farlo vedere.

Nessun commento:

Posta un commento